17 Febbraio – Apprezzami l’Asino

Una piacevole camminata che inizia dal porto di Sapri e conduce fin quasi al confine con la Basilicata.

Il percorso è nella sua prima parte ben pavimentato con andamento pressoché pianeggiante. Il colpo d’occhio sullo scoglio dello Scialandro è notevole: qui si può osservare la scultura dedicata alla Spigolatrice di Sapri, ispirata alla celebre lirica di Luigi Mercantini. Superato il posto di ristoro prossimo alla sorgente Ruotolo, il sentiero diventa meno ampio ma comunque comodo. Successivamente si imbocca una sterrata che porta alla base della Torre di Mezzanotte, compresa nel sistema di avvistamento delle torri costiere vicereali. Da qui in poi il sentiero acquista maggiore fascino sia per i panorami che offre che per le oggettive difficoltà che presenta. Dal Canale di Mezzanotte (che segna il confine tra la Campania e la Basilicata) al punto ove non è consigliabile proseguire a causa delle pessime condizioni del tracciato,il Sentiero Apprezzami l’Asino regala viste impareggiabili, che lo mettono in competizione con altri percorsi più conosciuti.
Il nome di questo tracciato deriva da una leggenda ispirata alla ridotta ampiezza della carreggiata. Il sentiero “Apprezzami l’Asino” fino agli inizi del ‘900 rappresentava l’unica via costiera che collegava Sapri e Maratea, una via molto importante per lo scambio di merci che venivano trasportate dagli asini. Il sentiero in alcuni punti era (ed è) davvero molto stretto e la fantasia popolare racconta che se vi si incontravano due asini provenienti dai sensi opposti, occorreva valutare gli animali e, previo risarcimento al proprietario della metà del valore di quello meno costoso, l’asino veniva sacrificato e precipitato in mare. Confidiamo sul fatto che questa sia solo una leggenda!
Il rientro avviene utilizzando lo stesso sentiero.
Presenti più punti d’acqua potabile lungo il percorso provvisti anche di ciotole per gli amici a quattro zampe 🐾.

Dislivello: irrilevante
Difficoltà:T (fino alla torre di Mezzanotte)
Lunghezza: circa 6 km
Partenza/arrivo: porto di Sapri
Tempo di percorrenza: 3 ore sosta inclusa.
Se il tempo lo consente, c’è anche la possibilità di consumare la colazione al sacco in spiaggia al ritorno dall’escursione.
Partenza dalla stazione di Salerno alle 8.18 con arrivo a Sapri alle 10.05 (costo solo andata € 7,00).
Lungo la strada (1 km circa) si arriva al porto di Sapri che è il punto di partenza del sentiero
Richiesto abbigliamento consono alla stagione, obbligatoria calzatura da trekking, si suggeriscono i bastoncini da trekking. Il direttore dell’escursione si riserva di escludere coloro non adeguatamente attrezzati.
L’escursione è gratuita per tutti i tesserati FIE in regola con il tesseramento (è fatto obbligo a tutti i tesserati FIE non iscritti al gruppo sportivo LNI Trek di esibire la propria tessera ). Per i non tesserati FIE è richiesto un contributo assicurativo di € 5,00.
È gradita la prenotazione entro Venerdì 15^ Febbraio
Direttore responsabile dell’escursione: A.E. Daniela Cardano (cell. 3476869056) info : lnitreksalerno@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *