31 Marzo – Ascesa del Monte Avvocata da Corpo di Cava

CARATTERISTICHE DEL SENTIERO:

Durata: ca. 7 h di cammino (soste escluse)
Distanza complessiva : ca. 14 Km
Dislivello positivo: ca. 700m  
Difficoltà: E/EE


Descrizione del Sentiero :
L’escursione ha inizio dall’Abbazia Benedettina di Cava de’ Tirreni a circa 350 m slm, costruita sui luoghi dell’eremo di S. Alferio Pappacarbone, nobile salernitano di origini longobarde che nel 1011 si stabilì in una grotta alle falde del monte Finestra per condurre vita eremitica. Da qui attraverso un sentiero nel bosco si giungerà alla “Cappella Vecchia”, successivamente attraverso un sentiero accidentato che costeggia il mare e prodigo di notevoli scorci panoramici giungeremo al punto d’acqua noto come “Acquafredda”. Sempre in salita giungeremo ad una “sella” dove troveremo il bivio per il santuario dell’Avvocata o per l’omonimo monte. Qui prenderemo il sentiero in salita, invero ripido, accidentato e non agevole per la presenza di pietre e spuntoni calcarei, che ci porterà sul monte Avvocata (ca 1050 m slm), successivamente attraverso un altro sentiero accidentato in marcata discesa che punta verso sud, spesso con “ruvidi” arbusti e frequentemente ricoperto di scivoloso lapillo gentilmente offerto dal vicino Vesuvio,  giungeremo ad una croce commemorativa. Da qui con un percorso esposto passeremo prima da una grotta (nota come la sauna dei frati) e da qui, finalmente giungeremo alla nostra meta: il Santuario dell’Avvocata.

Il santuario sorge sopra la grotta dove nel 1485 un giovane pastore di Maiori, portando al pascolo le capre, scoprì una grotta tra i boschi. In seguito ad un sogno, in cui la Vergine Maria gli chiedeva di edificare un altare in quel luogo, il giovane lasciò il suo lavoro e si ritirò in eremitaggio sul monte, raccogliendo offerte per costruire una Cappella con altare nella grotta. La corte del santuario è una fantastica balconata su tutta la costa d’Amalfi e qui faremo una sosta ristoratrice.

Dopo aver visitato i luoghi e la grotta Il ritorno si svilupperà senza tornare sul monte Avvocata ma prendendo il percorso diretto dal Santuario fino alla “sella” e da qui ripercorreremo il sentiero che ci riporta al punto di partenza.

Da cappella vecchia in poi fantastici scorci su tutta la Costa d’Amalfi, in particolare su Vietri e le sue frazioni, su Cetara, su Erchie e poi dal monte avvocata un panorama mozzafiato ci consentirà di ammirare a 360° moltissimi luoghi cari agli escursionisti e non: potremo ammirare a Nord-Ovest il gran cono del Vesuvio, il gruppo montuoso di S. Angelo a tre Pizzi più alto dei Lattari, e dall’altra parte, ad Est, i Picentini, gli Alburni, ecc, con il Mare che la fa da padrone sui versanti meridionali.

Si segnala il notevole e prolungato impegno fisico. Il percorso sul monte Avvocata richiede anche una consolidata esperienza in montagna.

Prescrizioni per i partecipanti:
È obbligatorio l’utilizzo di scarpe da trekking, pena esclusione, si suggeriscono bastoncini da trekking e abbigliamento a cipolla , portare un ricambio (calze e maglietta). Si consiglia di portare con sé almeno 1 l. di Acqua (punti d’acqua: Sorgente Acquafredda a circa 2/3 del percorso). Lungo il percorso sono presenti tratti esposti e non protetti, non consigliati per chi soffre di vertigini. Portare indumenti adatti alla stagione, molto consigliati i pantaloni lunghi per proteggersi dalla vegetazione e da eventuali rettili, ma portarsi anche capi più leggeri, crema solare, cappellino e occhiali per proteggersi dal sole.
Colazione a sacco a cura degli escursionisti, si sconsigliano bevande alcoliche.
Presa visione delle caratteristiche del percorso, spetta all’escursionista valutare la fattibilità dello stesso in funzione delle proprie capacità tecniche in montagna e del proprio livello di allenamento.

Punti di Raduno:
L’appuntamento è previsto alle ore 7:45-08:00 davanti alla sede della Lega Navale di Salerno, per chi non volesse passare da Salerno appuntamento ore 08:30 parcheggio esterno che si trova a circa 200 m prima dell’Abbazia Benedettina (coord. WGS: 40.682854, 14.693835).  
L’escursione è gratuita per tutti i tesserati FIE in regola con il tesseramento 2019 (è fatto obbligo a tutti i tesserati FIE non iscritti al gruppo sportivo LNI Trek di esibire la propria tessera). Per i non tesserati FIE è richiesto un contributo assicurativo di € 5,00. I non tesserati FIE che vorranno partecipare dovranno tassativamente far pervenire all’organizzazione i loro dati anagrafici ed il loro C.F. per l’attivazione della polizza assicurativa obbligatoria, entro e non oltre Venerdì 29 marzo.
Per motivi organizzativi la mattina dell’escursione non saranno stipulate tessere giornaliere.

L’organizzazione si riserva la possibilità di modificare il percorso o annullare l’escursione per condizioni meteo avverse o per altre ragioni di sicurezza.
È gradita la prenotazione entro Venerdì 29 Marzo per tutti i partecipanti
Direttori responsabili dell’escursione: A.A.E. Carlo Antermite (cell. 347 33 51 951), A.A.E.  Massimo De Lisio (cell.347 32 02 977)

Per info: lnitreksalerno@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *